home page
cultura
cultura
ristoranti
eventi
cucina
shopping
Arte allo
Zen Sushi Restaurant di Milano
- a cura di Tullio Pacifici -
Grazia Cicchinè
TRAME DI RUGIADA
Dal 11 aprile all 8 maggio 2009

L?arte intesa come cio? che fa emergere l?universalmente riconoscibile in quanto verita? e? la sua arma. Con le prime opere orientate ad esaminare il femminile come verita? generale, i suoi nuovi lavori si concentrano su questo aspetto con maggiore dovizia di dettagli. Lo fa partendo da dati di fatto espressi simbolicamente secondo un?analisi artistica di tipo concettuale. I simboli sono strumenti che l?artista utilizza per trasmettere e parlare di oggettivita?. Cio? che e? riconoscibile nell?alveo di culture e credenze, religiose, filosofiche e popolari, deve essere nondimeno connesso e riconosciuto dal vivere e dalla vita. Eprime questo nesso fondamentale con trame e cuciture, che sono quindi elementi centrali e vitali dei suoi recenti lavori. Tramature, patchwork, disegnate in cerchi e quadrati che rimandano, oltre che ad una rappresentazione della creativita?, al corpo come fatto reale, ombelico, ventre, utero. Un filo sottile sostiene una figura quadrata con dei centri concentrici e una rete che l?avvolge. Non e? ne? orizzontale ne? verticale, ma e? qualcosa che parla di percorsi concentrici.

Cuciture e trame si ripetono in ogni direzione perche’ un’unica direzione limiterebbe la creazione, che invece e’ come un seme che genera centri concentrici durante la sua espansione. Come da un seme, da un germe, si dipana qualcosa, cosi’ le sue cuciture sono un insieme di pezzi dopo pezzi, di tessuti che l’artista aggiunge per un obiettivo che non ha finalita’ perche’ non ha un centro di partenza, essendo concentrico. Il suo e’ un gioco senza la scoperta di un modello finale, di un pezzo unico, piuttosoto sono composizioni che si adattano all’ambiente ricollocandolo, aggiungendosi ad esso e portando la ricchezza della loro variabilita’. Ogni opera parte dal corpo, dalle sue dinamiche reali e dal quotidianamente vissuto. Lo scopo e’ capire come questo, il corpo femminile, si e’ mescolato ai processi culturali e come e’ attualmente percepito. Il suo e’ un discorso sui flussi continui, su cio’ che si moltiplica e si irradia, per esplorare la vita e i suoi molteplici equilibri.

Grazia Cicchinè

 

passa sull'immagine

Grazia Cicchinè

Grazia Cicchinè

Grazia Cicchinè

Grazia Cicchinè