home page
cultura
cultura
ristoranti
eventi
cucina
shopping
Arte allo
Zen Sushi Restaurant di Milano

Armando Fettolini

Dal 12 Giugno al 9 Luglio 2010

Derive Occasionali

Credo che si arrivi ad un punto nella vita in cui sia fondamentale abbandonarsi, e fermati i remi, andare alla deriva. Essere trascinati passivamente verso ciò che abbiamo a fatica conquistato, verso un luogo che è giusto che ci appartenga.  Finalmente a casa.
Armando racconta i viaggi in quella che è diventata la sua terra, immersa nei colori delle stagioni, dipingendo una natura che ancora regala, ad occhi sensibili, lo spettacolo più bello della vita. Derive occasionali, imprevedibili o ripetute. Magari  meccanicamente quando si è spinti dalla velocità. Le tele velate, impastate di materia presentano angoli di paesaggio catturati dall’artista. Ma sono tele attraversate da lunghe linee orizzontali che ne rompono l’armonioso incanto. Forse rappresentano la manipolazione umana sulla natura, il traffico, le case, le luci artificiali. Forse il ripetersi nel tempo di uno stesso tragitto.Forse sono semplicemente le mille derive della vita di tutti noi.
Erika De Angelis

Biografia:

Armando Fettolini è nato a Milano nel 1960. Vive la sua infanzia a Brugherio, piccola città nella periferia milanese, “terra di confine”, dice l’artista, “dove si viveva in sospensione: io non mi sentivo né milanese né brianzolo, né protagonista, né spettatore, ma sempre alla ricerca di un’identità…”. A quindici anni viene preso a bottega da un affreschista, Nicola Napoletano, che gli insegna tutte le tecniche pittoriche e di disegno. Riceve il primo riconoscimento artistico a diciotto anni, in occasione del premio per giovani artisti indetto dal Lyons Club Monza Host, con una mostra collettiva all’Arengario. Da allora la sua ricerca pittorica passa attraverso il figurativo, l’astratto e definitivamente il concettuale. Nel 1987 la sua prima mostra personale presso la trattoria Giuliana di Bernareggio, crocevia di artisti della Brianza dove Arturo Vermi accompagna la mostra di Fettolini con un suo testo. Il 1987 è l’anno dell’ingresso ufficiale nel mondo del mercato dell’arte con la Galleria Mari Artecontemporanea di Imbersago (LC), con la quale partecipa alle principali fiere d’arte nazionali e internazionali, con esposizioni personali e collettive. Nel 2000 riceve a Parigi il 5° Award Arjo Wiggins come miglior creativo italiano, a dicembre inaugura a New York una personale alla galleria Art54. Attualmente vive con la moglie e i quattro figli a Viganò, piccola cittadina nel cuore della Brianza che ospita la sua casa e il suo studio.

Info: armando.fettolini@tiscali.it

PER L'ELENCO DELLE ESPOSIZIONI CLICCARE QUI

Attualmente le sue opere sono in permanenza presso le gallerie: Spazio anseei Olgiate Olona (VA) - Fabbrica Eos Milano - Pancaldi Arte Contemporanea Roma - Galleria Two x Four Scandiano (RE) - Galleria Il Raggio Lugano. Nel 2008 si segnalano: Les Fleurs du Mal, 1857-2007 per Charles Baudelaire, Palazzo Bellarmino di Montepulciano - La risoluzione degli opposti, Galleria U.C.A.I Brescia - Das Antlitz Christi, Domschatz und Diozesanmuseum Passu (Germania) - Stretnutie, Sarisska Galeria v Presove (Slovacchia).

Dal 1987 al 2010 e’ presente nel mondo dell’arte con:
35 Esposizioni personali
68 Esposizioni collettive
67 Esposizioni a tema o eventi
126 Testi critici , articoli e citazioni in quotidiani e/o periodici
Mostre Personali all’ estero:
Svizzera, Spagna, USA, Slovacchia, Corea del Sud, Germania
Mostre Collettive all’ estero:
Svizzera, Francia, Germania, Emirati Arabi, Corea del Sud, USA .

 

Tullio Forgione


passa sulle immagini

 

Armando Fettolini

Armando Fettolini

Armando Fettolini

Armando Fettolini