home page
cultura
cultura
ristoranti
eventi
cucina
shopping
Arte allo
Zen Sushi Restaurant di Roma
- a cura di Tullio Pacifici -
Ornella Gangemi
Dal 3 febbraio al 1° marzo

Ad una prima analisi dei suoi quadri, in olii ed acrilici, pare prevalere un sentimento informale, soprattutto la’ dove le tinte si disperdono o si ammassano senza propriamente dare imagine chiara e distinta a cose o persone. In realta’ questa sarebbe un’analisi riduttiva perche’ l’artista, non lasciandosi sopraffare da un’unico stile, elabora una sua personale via pittorica; ogni quadro da vita a note dipinte astratte e, nondimeno, a tratti, figurative. Si noti che non si tratta di una giustapposizione casuale tra differenti generi ma di un gioco di abilita’ creative. La piu’ immediata e’ estetica, con miscugli di colori effervescenti e ben equilibrate, poi pero’ questo valore mostra altro, un contenuto ideale. La pittrice infatti, facendo dialogare i diversi, crea un circuito, delle aperture, tali per cui emerge la possibilita’ di intravedere andando con lo sguardo al di la’ della composizione, riscontrando la presenza di altre immagini all’interno dello stesso quadro. Si puo’ cosi’ parlare non di una sola tavola ma di piu’ tele, livelli o piani, e, come di fronte ad un palcoscenico teatrale, di piu’ scenari.

Atmosfere rarefatte lasciano il passo a spazi di profonda intensita’ al punto che la superficie genera delle increspature, dei luoghi planetari. E’ il caso di una tela i cui colori, strepitosi e intensi, vanno dal nero al blu al viola fino ad un punto che e’ un impasto di giallo e rosso, a ricordare uno stato di sconvolgimento spaziale: una nube primordiale ai cui lati si osserva una nascita, un moto di creazione, sottolineato con la forza di un bianco luminoso in frecce di luce che schizzano all’esterno. Un’altro quadro, ottima combinazione di informale e astratto, trova al centro un mosaico fatto con pezzi simili a vetri rotti o schegge; il tutto e’ disposto simmetricamente in quadrati di quattro elementi, mentre lateralmente i colori si fanno sempre piu’ scuri e bruciati scomparendo ogni figura e restando soltando sfumature abilmente mescolate. Quelle create dale sue tele sono delle nuove dimensioni dettate da una crescente potenza immaginifica e da un processo di ricerca che amalgama febbrili sentimenti istintivi e razionali.

www.butterflypaint.ch

 

Ornella Gangemi

 

passa sulle immagini

Gangemi

Gangemi

Gangemi